Marina di Casal Velino mare e portoMarina di Casal Velino mare e spiaggiaCasal Velino sulla collinaVela nel mare di Marina di Casal VelinoScavi archeologici di Velia Elea

Case vacanza

Veduta della casa vacanza Rosa sul Mare

Rosa sul Mare

Appartamento in villetta sul mare a Casal Velino Marina distribuita su due livelli

Veduta della casa vacanza Casa Deborah

Casa Deborah

Appartamento nuovo e climatizzato sul lungomare di Casal Velino Marina. Può ospitare 4 persone. Dotato di terrazzino arredato vista mare...

Veduta della casa vacanza Villa Ivana

Villa Ivana

Graziosa villetta a schiera in parco a Casal Velino. Ampi spazi all'esterno con giardino attrezzato, gazebo, barbecue...

Veduta della casa vacanza Ilenia

Ilenia

Casa per vacanze a Marina di Casal Velino per max 6 persone. A soli 50 metri dalla spiaggia e a150 dal centro.

Veduta della casa vacanza Appartamento 16

Appartamento 16

Appartamento per coppie con bambini a 200 metri dal mare. Dispone di tv, internet wi-fi, posto auto...

Veduta della casa vacanza Giardino dei Fiori

Giardino dei Fiori

Il Giardino dei Fiori si trova al primo piano di una villetta posta a 400 metri dal mare, dotata di 2 camere, posto auto e giardino...

Veduta della casa vacanza Gerbera

Gerbera

Appena fuori il centro abitato di Casal Velino Marina, Gerbera risulta una soluzione adatta ad ospitare fino a 4 persone in due diverse camere da letto...

News

Notizie - 1/12/2010

Omicidio Vassallo, un testimone rivela il killer?

C’è una svolta nelle indagini sull’omicidio di Angelo Vassallo. A due mesi dal delitto, ha un’identità il presunto killer del sindaco di Pollica. Si tratta di un trentenne, legato al clan dei salernitani e già noto alle forze dell’ordine per droga ed estorsioni.

Figlio d’arte, anche il padre e il fratello avrebbero precedenti penali per associazione a delinquere finalizzata all’estorsione. Nei giorni successivi al delitto Vassallo, l'uomo si sarebbe rifugiato in Colombia, a Medellin, dove vive un suo amico salernitano. L’unica indiscrezione sul presunto killer è che nei primi giorni di agosto fu ferito con otto coltellate in una discoteca di Camerota, dopo aver messo a segno due rapine ai pusher del porto di Acciaroli. Agli atti dell’inchiesta, delegata ai pm Valleverdina Cassaniello e Rosa Volpe, ci sono le dichiarazioni messe a verbale da un testimone che ha svelato le confidenze avute da una fonte. Queste le parole che avrebbe detto la fonte: “Il giorno dopo la morte di Angelo Vassallo, intorno alle 17,30 dal cellulare di (omissis), ... fece una telefonata. Disse testualmente: “Ma che c... di pistola mi avete dato...”. La persona poi ha restituito il cellulare ed è andato via». Ad assoldare il killer forse una cricca di affaristi del settore immobiliare che, secondo quanto ha riportato il quotidiano il Mattino qualche giorno fa, si era ritrovata a cena a Vallo della Lucania la sera del 17 agosto scorso. La discussione verteva sulla speculazione immobiliare di un paio di appartamenti a San Nicola a Mare. Sarebbe passato da quelle parti anche Angelo Vassallo che appena avvertì puzza di bruciato abbandonò la tavolata. In questi mesi di indagini gli inquirenti hanno sentito oltre cinquanta "persone informate dei fatti". Si guarda all'impegno di Vassallo contro l'abusivismo edilizio e alla battaglia contro gli spacciatori un altro dei moventi accreditati del delitto. La notte del 24 agosto scorso, il sindaco aveva affrontato di persona alcuni spacciatori. “Hai visto, sono andato con i vigili sul molo, ho redarguito gli spacciatori” aveva raccontato Vassallo all'amico avvocato Vincenzo Maiello. Che Vassallo possa aver pagato con la vita la guerra scatenata contro gli spacciatori lo conferma anche la testimonianza di Maiello, poche ore prima che Vassallo rimanesse vittima dell'agguato. “Le cose non vanno bene, il porto di Acciaroli è diventato un luogo dove si spaccia la droga”, aveva detto Vassallo. “È assurdo, nessuno interviene. Non posso assumere altri vigili urbani ma se avessi personale a sufficienza mi occuperei io stesso dell'ordine pubblico”. Il 5 settembre il primo cittadino ha un appuntamento, congedandosi da alcuni conoscenti sarebbero state queste le parole pronunciate dal sindaco “Adesso scusate, devo lasciarvi. Ho un appuntamento”. Di fatto Angelo Vassallo non arriverà mai più a casa. E mentre dall´esame dei tabulati del telefono cellulare non sarebbero emersi contatti diversi rispetto a da quelli già individuati, un testimone avrebbe fornito la notizia che il killer si trova a Medellin.

Fonte: antimafiaduemila.com
Notre Dame de Paris il 7 e 8 Marzo al Palasele di Eboli

Notre Dame de Paris il 7 e 8 Marzo al Palasele di Eboli

Cresce l'attesa per Notre Dame de Paris, l'opera moderna più famosa al mondo, il musical...

Renato Zero il 10 Gennaio al Palasele di Eboli

Renato Zero il 10 Gennaio al Palasele di Eboli

Il 4 ottobre uscirà “Zero il Folle”, il nuovo disco di inediti di Renato Zero,...

Modà in concerto il 10 Marzo al Palasele

Modà in concerto il 10 Marzo al Palasele

I Modà al Palasele di Eboli il 10 Marzo 2020: la band campione d’incassi è...

Eros Ramazzotti il 6 Dicembre al Palasele

Eros Ramazzotti il 6 Dicembre al Palasele

Eros Ramazzotti dopo aver attraversato l’Europa e toccato le principali città di Nord e Sud...

Marco Mengoni il 24 Novembre al Palasele

Marco Mengoni il 24 Novembre al Palasele

Marco Mengoni torna al Palasele di Eboli domenica 24 novembre 2019: una nuova data, che...

Paestum dietro le quinte: visite guidate ai depositi

Paestum dietro le quinte: visite guidate ai depositi

Visite guidate in italiano e in inglese per scoprire il “dietro le quinte” di un...

Paestum per tutti

Paestum per tutti

Architetture senza barriere con visite guidate al tempio di Nettuno e alla Basilica. Gli assistenti...

Segnala una notizia a Casalvelino.net

Promozione Case Vacanza nel Cilento