Marina di Casal Velino mare e portoMarina di Casal Velino mare e spiaggiaCasal Velino sulla collinaVela nel mare di Marina di Casal VelinoScavi archeologici di Velia Elea

Case vacanza

Veduta della casa vacanza Rosa sul Mare

Rosa sul Mare

Appartamento in villetta sul mare a Casal Velino Marina distribuita su due livelli

Veduta della casa vacanza Casa Deborah

Casa Deborah

Appartamento nuovo e climatizzato sul lungomare di Casal Velino Marina. Può ospitare 4 persone. Dotato di terrazzino arredato vista mare...

Veduta della casa vacanza Villa Ivana

Villa Ivana

Graziosa villetta a schiera in parco a Casal Velino. Ampi spazi all'esterno con giardino attrezzato, gazebo, barbecue...

Veduta della casa vacanza Ilenia

Ilenia

Casa per vacanze a Marina di Casal Velino per max 6 persone. A soli 50 metri dalla spiaggia e a150 dal centro.

Veduta della casa vacanza Appartamento 16

Appartamento 16

Appartamento per coppie con bambini a 200 metri dal mare. Dispone di tv, internet wi-fi, posto auto...

Veduta della casa vacanza Giardino dei Fiori

Giardino dei Fiori

Il Giardino dei Fiori si trova al primo piano di una villetta posta a 400 metri dal mare, dotata di 2 camere, posto auto e giardino...

Veduta della casa vacanza Gerbera

Gerbera

Appena fuori il centro abitato di Casal Velino Marina, Gerbera risulta una soluzione adatta ad ospitare fino a 4 persone in due diverse camere da letto...

News

Notizie - 17/11/2010

La «Borsa del Turismo Archeologico» di Paestum riparte dai siti Unesco

Quattro giorni per favorire l'incontro tra la domanda internazionale di turismo archeologico e la straordinaria offerta che il territorio italiano, tra innumerevoli contraddizioni, può offrire. A Paestum, città dei Templi in provincia di Salerno, dal 18 al 21 novembre avrà luogo la tredicesima edizione della «Borsa mediterranea del turismo archeologico», vero e proprio salone espositivo che – come da formula collaudata – punta a favorire la commercializzazione di prodotti turistici specifici e l'approfondimento di temi inerenti la tutela, la fruizione, la valorizzazione dei beni culturali e la cooperazione culturale.

Un'edizione dal sapore molto particolare, se consideriamo i recenti fatti di cronaca che di recente hanno messo in discussione la gestione degli scavi di Pompei ma anche la nuova esplosione dell'emergenza rifiuti, nemico storico del business dell'accoglienza in Campania. Come dire: per ospiti e relatori gli spunti non mancheranno. Ecco allora che in programma, sabato 20 novembre, finisce il dibattito «Il turismo culturale nel Mezzogiorno: il modello di governance della Rete dei siti Unesco», tra i quali è annoverata anche la celeberrima area archeologica vesuviana. Il respiro della manifestazione resta comunque internazionale: per la promozione del prodotto turistico culturale, sabato 20 novembre, si svolgeranno per esempio il workshop con la domanda rappresentata da 90 buyers esteri selezionati dall'Enit provenienti da 16 Paesi (Austria, Belgio, Canada, Cina, Danimarca, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, India, Olanda, Russia, Spagna, Stati Uniti, Svezia e Svizzera) e il workshop con la domanda nazionale del turismo associato rappresentata da 20 responsabili decisori dei Cral. Il paese ospite ufficiale quest'anno è la Cambogia, il cui fiore all'occhiello, il tempio di Angkor Wat, si erge intatto nel tempo a forma piramidale con quattro torri agli angoli e una centrale che svetta su tutte. Le bellezze del patrimonio archeologico della Cambogia verranno illustrate giovedì 18 novembre. Le nuove frontiere internazionali della ricerca scientifica e tecnologica legate al mondo antico saranno oggetto di ArcheoVirtual, esposizione sull'archeologia virtuale, a cura del Virtual Heritage Lab dell'Istituto per le tecnologie applicate ai beni culturali del Cnr con la direzione di Sofia Pescarin. La rete internazionale dei Musei Virtuali sarà anche oggetto di un workshop in programma giovedì 18 e venerdì 19 novembre al quale prenderanno parte esperti provenienti da 12 Paesi. Agli incontri con i protagonisti porteranno la propria testimonianza Azedine Beschaouch, consigliere speciale del direttore generale Iccrom sulla conservazione del patrimonio culturale, Richard Hodges, docente di archeologia medievale dell'Università East Anglia di Norwich (Inghilterra), sulle recenti scoperte a Butrinto e sulla realizzazione del primo parco archeologico ambientale dell'Albania, Roberto Ippolito, autore del libro «Il Bel Paese Maltrattato. Viaggio tra le offese ai tesori d'Italia» sulla scomparsa delle ricchezze dal nostro Paese, nonché Valerio Massimo Manfredi, archeologo e scrittore sulla presenza degli Etruschi in Europa. Denso, insomma, il calendario dei cosiddetti eventi collaterali. Nell'ambito della sezione ArcheoFilm verranno proiettati sia «A Girl Priestess in Cahuachi» («Una fanciulla sacerdotessa a Cahuachi»), film vincitore della ventunesima Rassegna internazionale del cinema archeologico di Rovereto che «The future of mud: a tale of houses and lives in Djenne» e «Paddle ship "Patris" lost in 1868», vincitori dell'Archaeology channel international film and video festival di Eugene, Oregon. Le sezioni presenti sul territorio nazionale dei Gruppi archeologici d'Italia si ritroveranno a Paestum per presentare le attività di ricerca, scavo, ricognizione archeologica in Italia e all'estero. Inoltre, l'associazione in collaborazione con la Società italiana di archeoastronomia e l'Università La Sapienza di Roma terrà il convegno nazionale «Cielo e cultura materiale. Recenti scoperte di archeoastronomia nel bacino del Mediterraneo». Prenderanno parte all'evento l'Ana, Associazione Nazionale Archeologi con il convegno «Archeologia e comunicazione: strategie, Esperienze progetti a confronto», l'Associazione internazionale di archeologia classica con un confronto sull'Archeologia preventiva alla luce della nuova legislazione e la Confederazione italiana archeologi per favorire l'analisi e le proposte su Archeologia e crisi economica. Il «Premio Paestum Archeologia» verrà, in ultimo, assegnato a quanti contribuiscono con il loro impegno alla promozione del patrimonio culturale e alla cooperazione mediterranea.

Fonte: ilsole24ore
Notre Dame de Paris il 7 e 8 Marzo al Palasele di Eboli

Notre Dame de Paris il 7 e 8 Marzo al Palasele di Eboli

Cresce l'attesa per Notre Dame de Paris, l'opera moderna più famosa al mondo, il musical...

Renato Zero il 10 Gennaio al Palasele di Eboli

Renato Zero il 10 Gennaio al Palasele di Eboli

Il 4 ottobre uscirà “Zero il Folle”, il nuovo disco di inediti di Renato Zero,...

Modà in concerto il 10 Marzo al Palasele

Modà in concerto il 10 Marzo al Palasele

I Modà al Palasele di Eboli il 10 Marzo 2020: la band campione d’incassi è...

Eros Ramazzotti il 6 Dicembre al Palasele

Eros Ramazzotti il 6 Dicembre al Palasele

Eros Ramazzotti dopo aver attraversato l’Europa e toccato le principali città di Nord e Sud...

Marco Mengoni il 24 Novembre al Palasele

Marco Mengoni il 24 Novembre al Palasele

Marco Mengoni torna al Palasele di Eboli domenica 24 novembre 2019: una nuova data, che...

Paestum dietro le quinte: visite guidate ai depositi

Paestum dietro le quinte: visite guidate ai depositi

Visite guidate in italiano e in inglese per scoprire il “dietro le quinte” di un...

Paestum per tutti

Paestum per tutti

Architetture senza barriere con visite guidate al tempio di Nettuno e alla Basilica. Gli assistenti...

Segnala una notizia a Casalvelino.net

Promozione Case Vacanza nel Cilento