Marina di Casal Velino mare e portoMarina di Casal Velino mare e spiaggiaCasal Velino sulla collinaVela nel mare di Marina di Casal VelinoScavi archeologici di Velia Elea

Case vacanza

Veduta della casa vacanza Rosa sul Mare

Rosa sul Mare

Appartamento in villetta sul mare a Casal Velino Marina distribuita su due livelli

Veduta della casa vacanza Casa Deborah

Casa Deborah

Appartamento nuovo e climatizzato sul lungomare di Casal Velino Marina. Può ospitare 4 persone. Dotato di terrazzino arredato vista mare...

Veduta della casa vacanza Villa Ivana

Villa Ivana

Graziosa villetta a schiera in parco a Casal Velino. Ampi spazi all'esterno con giardino attrezzato, gazebo, barbecue...

Veduta della casa vacanza Ilenia

Ilenia

Casa per vacanze a Marina di Casal Velino per max 6 persone. A soli 50 metri dalla spiaggia e a150 dal centro.

Veduta della casa vacanza Appartamento 16

Appartamento 16

Appartamento per coppie con bambini a 200 metri dal mare. Dispone di tv, internet wi-fi, posto auto...

Veduta della casa vacanza Giardino dei Fiori

Giardino dei Fiori

Il Giardino dei Fiori si trova al primo piano di una villetta posta a 400 metri dal mare, dotata di 2 camere, posto auto e giardino...

Veduta della casa vacanza Gerbera

Gerbera

Appena fuori il centro abitato di Casal Velino Marina, Gerbera risulta una soluzione adatta ad ospitare fino a 4 persone in due diverse camere da letto...

News

Notizie - 28/09/2011

Consorzio di Paestum vaglia costruzione di un mega impianto a biomasse

Il giorno 22 settembre 2011, presso la sede del Consorzio di Bonifica Sinistra Sele di Paestum, si è svolto un costruttivo incontro preliminare tra numerosi titolari di aziende di allevamento bufalino ed e i vertici dell’Ente, riguardante la necessità di una gestione appropriata dei reflui degli allevamenti zootecnici che insistono sul territorio.

Il giorno seguente, si è tenuto un nuovo incontro sulla questione: presenti gli stessi allevatori; i tecnici dello Studio “Vincenti” di Agronomia ed Ingegneria di Città di Castello (Perugia), fondato nel 1885 e specializzato nella realizzazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili; il presidente del Consorzio di Paestum, Vincenzo Fraiese; il direttore generale dell’ente, Gerardino Cavaliere; il consigliere delegato provinciale, Giuseppe Troncone. Dai due incontri, sono emerse le seguenti questioni: - le difficoltà delle aziende zootecniche per la gestione dei reflui degli animali; - la necessità di intervenire, in tempi rapidi, per risolvere il problema di sanificazione ambientale; - la necessità che, dal ciclo rifiuti organici, ne derivi una fonte di introiti alternativa per l’ente; - la possibilità concreta che il Consorzio, da ente erogatore di soli servizi, diventi anche ente produttore di ricchezza, da ridistribuire a beneficio dei consorziati. Una soluzione appropriata alla risoluzione di tali esigenze è stata identificata nella realizzazione di un impianto a biomasse di diversi megawatt, ad impatti ambientale ridotto e capace di smaltire i reflui dei liquami di origine animale e gli scarti vegetali coltivati sottoponendoli ad un processo di fermentazione anaerobica al fine di produrre energia elettrica da rivendere, poi, all’Enel. La biomassa viene chiusa in un digestore nel quale si sviluppano microorganismi che, con la fermentazione dei rifiuti, formano il cosiddetto biogas: dopo idoneo trattamento depurativo, questo può essere usato come carburante, combustibile per il riscaldamento e, appunto, per la produzione di energia elettrica. “Si tratta di un’opera necessaria ed avveniristica – chiosa il presidente Fraiese – ora pianificheremo subito la redazione di uno studio di fattibilità e di un progetto preliminare della centrale, attivandoci per il reperimento e stanziamento dei fondi necessari, ancora da definire. Ma l’impianto si ripagherà da solo nel tempo, consentendoci non solo di risolvere un problema serio, quale lo smaltimento dei reflui, ma anche di incamerare proventi dalla vendita dell’energia elettrica che andremo a produrre, al fine anche di ripianare il debito pregresso nei confronti dell’Enel”. Convergente anche l’opinione del consigliere delegato, Troncone: “La possibilità da parte del Consorzio di investire in un ramo di produzione di ricchezza avendo già alla base le infrastrutture necessarie, quali canali, vasche e pompe di sollevamento, rappresenta una svolta epocale per l’ente, e necessita dalla partecipazione di tutti gli organi interessati, visto che i tempi stringono e bisogna far presto, per ovvi motivi economici e di salute ambientale. Ritengo che la strada intrapresa incomincia a portarci sull’idea di un cambiamento radicale nella concezione sino ad ora tenuta dal Consorzio di Bonifica di Paestum”.

Fonte: Notizie Cilento
Notre Dame de Paris il 7 e 8 Marzo al Palasele di Eboli

Notre Dame de Paris il 7 e 8 Marzo al Palasele di Eboli

Cresce l'attesa per Notre Dame de Paris, l'opera moderna più famosa al mondo, il musical...

Renato Zero il 10 Gennaio al Palasele di Eboli

Renato Zero il 10 Gennaio al Palasele di Eboli

Il 4 ottobre uscirà “Zero il Folle”, il nuovo disco di inediti di Renato Zero,...

Modà in concerto il 10 Marzo al Palasele

Modà in concerto il 10 Marzo al Palasele

I Modà al Palasele di Eboli il 10 Marzo 2020: la band campione d’incassi è...

Eros Ramazzotti il 6 Dicembre al Palasele

Eros Ramazzotti il 6 Dicembre al Palasele

Eros Ramazzotti dopo aver attraversato l’Europa e toccato le principali città di Nord e Sud...

Marco Mengoni il 24 Novembre al Palasele

Marco Mengoni il 24 Novembre al Palasele

Marco Mengoni torna al Palasele di Eboli domenica 24 novembre 2019: una nuova data, che...

Paestum dietro le quinte: visite guidate ai depositi

Paestum dietro le quinte: visite guidate ai depositi

Visite guidate in italiano e in inglese per scoprire il “dietro le quinte” di un...

Paestum per tutti

Paestum per tutti

Architetture senza barriere con visite guidate al tempio di Nettuno e alla Basilica. Gli assistenti...

Segnala una notizia a Casalvelino.net

Promozione Case Vacanza nel Cilento