Marina di Casal Velino mare e portoMarina di Casal Velino mare e spiaggiaCasal Velino sulla collinaVela nel mare di Marina di Casal VelinoScavi archeologici di Velia Elea

Case vacanza

Veduta della casa vacanza Rosa sul Mare

Rosa sul Mare

Appartamento in villetta sul mare a Casal Velino Marina distribuita su due livelli

Veduta della casa vacanza Casa Deborah

Casa Deborah

Appartamento nuovo e climatizzato sul lungomare di Casal Velino Marina. Può ospitare 4 persone. Dotato di terrazzino arredato vista mare...

Veduta della casa vacanza Villa Ivana

Villa Ivana

Graziosa villetta a schiera in parco a Casal Velino. Ampi spazi all'esterno con giardino attrezzato, gazebo, barbecue...

Veduta della casa vacanza Ilenia

Ilenia

Casa per vacanze a Marina di Casal Velino per max 6 persone. A soli 50 metri dalla spiaggia e a150 dal centro.

Veduta della casa vacanza Appartamento 16

Appartamento 16

Appartamento per coppie con bambini a 200 metri dal mare. Dispone di tv, internet wi-fi, posto auto...

Veduta della casa vacanza Giardino dei Fiori

Giardino dei Fiori

Il Giardino dei Fiori si trova al primo piano di una villetta posta a 400 metri dal mare, dotata di 2 camere, posto auto e giardino...

Veduta della casa vacanza Gerbera

Gerbera

Appena fuori il centro abitato di Casal Velino Marina, Gerbera risulta una soluzione adatta ad ospitare fino a 4 persone in due diverse camere da letto...

News

Notizie - 4/11/2008

Cinque siti per rilanciare il turismo

Un miliardo e mezzo di euro da investire in 5 progetti per il rilancio del turismo in Campania. È l'obiettivo del piano per la programmazione dei fondi comunitari 2007-2013, presentato dall'assessore regionale al Turismo Claudio Velardi all'hotel San Francesco di Napoli. La strategia non è puntare su grandi opere, ma utilizzare e mettere a sistema l'eccezionale patrimonio esistente in Campania, restaurato e portato alla luce con gli investimenti del periodo 2000-2006.
Gli interventi saranno finanziati per 400 milioni dai fondi del Programma operativo regionale, per 500 milioni dal Programma operativo interregionale denominato "Attrattori culturali naturali e turismo" e per i restanti 600 milioni dai fondi del Programma attuativo regionale. Diverse fonti di finanziamento per perseguire una progettualità unitaria. La programmazione 2000-2006, infatti, non ha raggiunto gli obiettivi sperati perché gli investimenti sono stati dispersi su troppi territori e obiettivi. Si riparte, quindi, da 5 grandi progetti, uno per ogni provincia, cercando di coinvolgere il più possibile il tessuto imprenditoriale. L'Irpinia, i borghi del Sannio, i siti borbonici e la via Appia, la baia di Napoli e il Cilento: questi i cinque "attrattori" su cui scommettere per il rilancio del turismo campano. L'Irpinia dovrà ripartire da quell'intreccio tra eccellenze enogastronomiche e bellezze paesaggistiche che è insito nella stessa natura del territorio. La valorizzazione dell'area dovrà passare attraverso il riconoscimento della forte identità legata alla produzione dei vini Aglianico, Taurasi, Fiano e Greco. Un processo che potrebbe portare alla creazione di un vero e proprio Polo enologico. Il treno turistico per lo slow food e il "circuito dei Castelli" condurranno i visitatori all'interno del percorso artistico ed enogastronomico.
Da Benevento partiranno due diversi itinerari tra i borghi del Sannio. L'idea della strada dà al turista la possibilità di conoscere, attraverso i prodotti tipici locali, la ricchezza culturale e le opportunità di accoglienza offerte dall'entroterra. Lungo i siti borbonici e la via Appia passerà il "tram della storia". La metropolitana leggera collegherà luoghi di enorme valenza storica e paesaggistica, a cominciare dal sistema Reggia-Parco, dall'acquedotto vanvitelliano e dal complesso di San Leucio, dichiarati patrimonio mondiale dall'Unesco. Il viaggio lungo la storia farà tappa anche a Capua, al castello di Carlo V, ad Aversa, al bosco di San Silvestro, una delle oasi del Wwf, fino alla città di Caserta, capitale dei Borbone e città della seta. Il progetto prevede, inoltre, l'utilizzo della Reggia di Caserta come location per le sfilate dell'Alta moda e per la realizzazione del "Gran ballo della Reggia", recuperando la tradizione viennese arrivata nel regno borbonico con Maria Carolina d'Austria.
Altri due siti Unesco della baia di Napoli saranno inclusi nel progetto, insieme al Parco nazionale del Vesuvio e alle aree marine protette. È fondamentale, per quest'area, recuperare l'accessibilità al mare per permettere ai visitatori di raggiungere a piedi o a bordo di navette su gomma Ischia e Procida, Capri, Pompei, la penisola sorrentina, il Vesuvio, il Castel dell'Ovo, il Maschio angioino o la Rocca di Cuma. Il recupero del Cilento, infine, passerà attraverso la valorizzazione dello sport naturalistico, con la costruzione di campi da golf, vela, canoa, trekking e parapendio. A questo si dovrà aggiungere la realizzazione di parchi fluviali-lacuali nell'area del Parco naturale e del bacino del fiume Alento.

Fonte: Unisob
Il Museo dietro le quinte: ogni pomeriggio a Paestum

Il Museo dietro le quinte: ogni pomeriggio a Paestum

Il Parco Archeologico di Paestum mette in scena lo spettacolo dei reperti archeologici: ogni giorno...

Rocco Hunt il 29 Aprile a Sapri

Rocco Hunt il 29 Aprile a Sapri

Il concerto di Rocco Hunt, il 29 aprile a Sapri, sarà il momento clou dell'evento...

Mercatini di Natale nel Cilento 2018

Mercatini di Natale nel Cilento 2018

Come ogni anno, durante le festività di Natale, sono tante le occasioni per partecipare ai...

Musica e Concerti nel Cilento Agosto 2018

Musica e Concerti nel Cilento Agosto 2018

Tanti gli appuntamenti con la musica nel Cilento ad Agosto. A cominciare con la musica...

Da Mario

Noleggio Ombrelloni e Pedalò a Casal Velino Marina. Via lungomare speranza 10, Marina di Casal...

Lido Milano

via Lungomare Pietro Speranza, 84040 Marina di Casal Velino SA...

Lido Berlino

via Lungomare Pietro Speranza - 84040 Marina di Casal Velino (SA)...

Segnala una notizia a Casalvelino.net

Promozione Case Vacanza nel Cilento