Marina di Casal Velino mare e portoMarina di Casal Velino mare e spiaggiaCasal Velino sulla collinaVela nel mare di Marina di Casal VelinoScavi archeologici di Velia Elea

Case vacanza

Veduta della casa vacanza Rosa sul Mare

Rosa sul Mare

Appartamento in villetta sul mare a Casal Velino Marina distribuita su due livelli

Veduta della casa vacanza Casa Deborah

Casa Deborah

Appartamento nuovo e climatizzato sul lungomare di Casal Velino Marina. Può ospitare 4 persone. Dotato di terrazzino arredato vista mare...

Veduta della casa vacanza Villa Ivana

Villa Ivana

Graziosa villetta a schiera in parco a Casal Velino. Ampi spazi all'esterno con giardino attrezzato, gazebo, barbecue...

Veduta della casa vacanza Ilenia

Ilenia

Casa per vacanze a Marina di Casal Velino per max 6 persone. A soli 50 metri dalla spiaggia e a150 dal centro.

Veduta della casa vacanza Appartamento 16

Appartamento 16

Appartamento per coppie con bambini a 200 metri dal mare. Dispone di tv, internet wi-fi, posto auto...

Veduta della casa vacanza Giardino dei Fiori

Giardino dei Fiori

Il Giardino dei Fiori si trova al primo piano di una villetta posta a 400 metri dal mare, dotata di 2 camere, posto auto e giardino...

Veduta della casa vacanza Gerbera

Gerbera

Appena fuori il centro abitato di Casal Velino Marina, Gerbera risulta una soluzione adatta ad ospitare fino a 4 persone in due diverse camere da letto...

News

Eventi - 27/06/2014

Musicoterapia e Archeologia per l'anteprima di Festambiente a Paestum

musica_01.jpg Esperienza collettiva di Musicoterapia, promossa da Legambiente Paestumanità e dall’Associazione partenopea Vox Alterna, oggi (tempio di Cecere ore 16/19) e domani (giardini del Museo Archeologico Nazionale dalle 10) per l'anteprima di Festambiente, prima edizione del festival dedicato al Paesaggio e Territorio del Comune di Capaccio, a cura di Paestumanità. È la prima volta che in Italia si sperimenta il binomio Musicoterapia-Archeologia. In programma oggi: esperienza laboratoriale in Musicoterapia, aperta a tutti e coordinata dalla dott.ssa Elena De Rosa; domani “Suoni dalla memoria”, riflessione condivisa con esperti sull'evento collettivo di oggi, dedicata anche alla costruzione di un’idea di pace.

Al convegno intervengono gli ideatori del progetto Massimo Fadda, educatore Salute mentale e tossicodipendenze ASL Napoli1 Centro, Arteterapeuta, ed Elena De Rosa, psicologa ASL Napoli 1 Centro, pres e fondatore Vox Alterna-Musicoterapia, cui saranno affidate anche le conclusioni; Marina Cipriani, dir Museo Archeologico Nazionale Paestum, Guelfo Margherita, psichiatra, Renato De Michele, pres AIREM, Mariarosaria Strollo e Bruno Gabriele, Cattedra Pedagogia sociale Università Federico II Napoli, Salvatore Esposito, presidente Mediterraneo sociale, Enrico Müller, pres Occhi Aperti, Angela Morrone, Conservatorio S. Pietro a Majella Napoli.

Info Elena De Rosa/ 339 17 15 407/ elena.derosa@gmail.com

Dopo i lavori di oggi e domani, l'appuntamento è, sempre a Paestum, dal 27 al 29 giugno nell’area archeologica e fuori le mura dell'antica città, con un ricco calendario di eventi. Con questa inedita manifestazione, Paestumanità, azionariato ambientale di Legambiente, punta a raccogliere fondi per sostituire una proprietà collettiva di cittadini e associazioni alla proprietà privata dell’area archeologica di Paestum, interna alle mura. La disciplina della Musicoterapia si fonda sugli aspetti scientifici della componente sonora della comunicazione. Viene utilizzata a scopi preventivi, terapeutici, riabilitativi, in ambito espressivo-artistico, sanitario, sociale, culturale, educativo. Il suono, prodotto e ascoltato, diventa elemento base dell'espressività. Stare insieme con i suoni sollecita ricordi di infanzia e memorie: la pulsazione dei tamburi e le vie dei flauti e dei metalli riconducono alla terra, all’aria. Un recupero che parla d' amore e umanità, una lotta che parte dal cuore e raggiunge la vita della terra defraudata e ferita, ne culla ogni foglia, ramo, zolla. Una particolare cura cha fa bene al corpo, alla mente e all’anima e, allo stesso tempo, alla terra e alla sua storia. L’esperienza pratica vuole sollecitare un'attivazione sonora di gruppo, che punta alla sensibilizzazione verso l’intrinseco valore virtuale, comunicativo e rituale dei suoni, favorita dal contatto diretto con contesti di notevole valore culturale e paesaggistico, quale quello appunto di Paestum, consentendo al pubblico presente di vivere una significativa esperienza “interattiva” e “non-verbale”, per esprimere liberamente vissuti e sensazioni, anche in una dimensione regressiva, facendo musica insieme naturalmente.

Fonte: comunicato stampa
Notre Dame de Paris il 7 e 8 Marzo al Palasele di Eboli

Notre Dame de Paris il 7 e 8 Marzo al Palasele di Eboli

Cresce l'attesa per Notre Dame de Paris, l'opera moderna più famosa al mondo, il musical...

Renato Zero il 10 Gennaio al Palasele di Eboli

Renato Zero il 10 Gennaio al Palasele di Eboli

Il 4 ottobre uscirà “Zero il Folle”, il nuovo disco di inediti di Renato Zero,...

Modà in concerto il 10 Marzo al Palasele

Modà in concerto il 10 Marzo al Palasele

I Modà al Palasele di Eboli il 10 Marzo 2020: la band campione d’incassi è...

Eros Ramazzotti il 6 Dicembre al Palasele

Eros Ramazzotti il 6 Dicembre al Palasele

Eros Ramazzotti dopo aver attraversato l’Europa e toccato le principali città di Nord e Sud...

Marco Mengoni il 24 Novembre al Palasele

Marco Mengoni il 24 Novembre al Palasele

Marco Mengoni torna al Palasele di Eboli domenica 24 novembre 2019: una nuova data, che...

Paestum dietro le quinte: visite guidate ai depositi

Paestum dietro le quinte: visite guidate ai depositi

Visite guidate in italiano e in inglese per scoprire il “dietro le quinte” di un...

Paestum per tutti

Paestum per tutti

Architetture senza barriere con visite guidate al tempio di Nettuno e alla Basilica. Gli assistenti...

Segnala una notizia a Casalvelino.net

Promozione Case Vacanza nel Cilento